Ripari

Fuochi Fatui Festival 2015

Animazione realizzata per il “Fuochi Fatui Festival ” 2015 (fuochifatuifestival.it)

Il fuoco lo fermi, l’acqua no, dicono gli anziani dalle mie parti.

Io vorrei essere capace di fermare il fuoco.

Vorrei poter chiedere a mia nonna come si fa a spegnerlo quando ti mangia la pancia.

Forse è per spegnere il fuoco che si cammina sotto l’acqua.

Cammini sotto la pioggia incurante dei capelli zuppi e di tua madre che ti ha sempre detto di non andare in giro con la testa bagnata, e del taccuino nello zaino che forse domani non si leggerà più, e le tue scarpe sono barche piene d’acqua e tu invece sei un secchiello vuoto, e può cadere tutta la pioggia del mondo che tanto non ti succederà nulla.

Nonostante i capelli bagnati.

La pioggia conferisce immortalità, quando ormai non c’è più nulla da bagnare non c’è più nulla da temere.

Con la pioggia sei invincibile.

L’acqua porta via tutto, anche la tristezza.

Forse a questo servono le lacrime, a portare via.

Guardi con stupore chi si affanna a correre ai ripari, chi cerca balconi e tettoie.

A te non servono, certi giorni ci si sente impermeabili.

Poi succede che come la pioggia, scorre anche la malinconia, e nel momento in cui sei pronto a camminare sotto l’acqua per giorni, qualcosa decide che è venuto il momento di ripararsi e di proteggersi.

Così il sole torna, e gli ombrelli si dimenticano